Riccardo Di Salvo

Riccardo Di Salvo

Italia / Oriolo

Biografia

“La musica non è per me solo una grande passione, è un modo per esprimere le emozioni e renderle vive, e dar voce a quella parte di noi che rimane assopita in silenzio, è trasmettere a chi mi ascolta qualcosa che lo colpisca dentro e lo lasci senza pensieri per qualche secondo“

Sono nato a Roma il 21 maggio 1985.

Il mio amore per la musica, non è stato maturo fin dall’infanzia, ma ho dovuto attendere un pò, prima che si presentasse alla mia porta.

Avevo quasi compiuto la maggiore età quando casualmente ascoltai “Nevermind” il disco che rese celebre i Nirvana, uno dei più grandi gruppi rock americani degli anni 90’. Rimasi molto colpito da quel sound sporco ma efficace e dalla sua energia,resa ancora più amplificata dalla voce urlante del suo leader Kurt Cobain e dalla sua poetica complessità. Probabilmente ascoltai “Smells like teen spirit” ( la loro canzone più celebre ) più dello stesso Cobain, quel giorno rappresentò per me un crocevia e da quel momento in poi la mia vita cambiò, come se quella musica avesse smosso qualcosa dentro di me, qualcosa che tuttora non so spiegare.

E’ inutile dirvi che mi comprai subito una chitarra e cominciai a strimpellare i primi accordi, bastò un quaderno ed una penna e la mia camera diventò il mio spazio ideale, il mio mondo, dove poter scaricare a terra i miei pensieri, la mia rabbia, le mie idee, le mie speranze, un flusso di sentimenti contrastanti tipici di un’età in cui si moltiplicano le domande e le risposte che cerchi non son soddisfacenti come vorresti. Proprio da lì nacquero le mie prime canzoni.

Passò del tempo e mi ero fatto un po’ le ossa, suonando in giro per locali e qualche manifestazione culturale, io con solo la mia chitarra e la mia voce. Il repertorio era vasto e composto principalmente da cover di artisti sia italiani (Rino Gaetano, Battisti, De Andrè, Fabrizio Moro, Afterhours, Vasco, Ligabue ) che internazionali ( The Doors, Nirvana, Pearl Jam, Bob Marley, David Bowie, ecc ). Fu proprio il continuo confronto con un pubblico sempre diverso, che mi permise di crescere sia umanamente che musicalmente, accettando giorno dopo giorno nuove sfide.

cover album Maschere di Cera
Copertina dell’album Maschere di Cera – Riccardo Di Salvo – © 2012

Proprio per questo nel 2011, decisi di lavorare al mio primo progetto autoprodotto dal titolo “Maschere di cera”. Non vi nego che fu per me una realizzazione di un piccolo sogno e una grande soddisfazione. Inizialmente doveva essere un Ep, con solamente cinque canzoni, ma durante la fase di registrazione, il processo creativo mi coinvolse ancora di più ed arrivai a scrivere nove brani inediti, ognuno di essi con un significato e un valore diverso.

E’ un album molto intimo e ciò si evince soprattutto nei brani “Niente è scontato” e “Otto passi dalla superficie” ma in parte anche sociale, come in “Povera Italia” e “Non è questo un uomo”, brani attuali che parlano della strana contraddizione che viviamo tutti i giorni nel nostro Paese e di episodi realmente accaduti che segnano profondamente la vita di chi li subisce.

La stessa “Maschere di cera”, che dà il nome all’album e “Parole sole” racchiudono nei loro accordi,il significato profondo del disco, due brani semplici e diretti ma di un’energia ed una rabbia dirompente, che ti entrano dentro e che lasciano dietro di sé un vuoto, conseguenza di una verità disarmante che fa crollare muri costruiti sull’inganno e fa squagliare maschere al sole.

singoli-riccardo-di-salvoPortai a conoscere il mio album con diversi concerti nella mia zona, accompagnato da una band di tutto rispetto: Fabrizio Andreani (  chitarra solista ), Fabrizio Barbisan ( chitarra ), Ivano Sebastianelli ( basso ), Alessandro Massari ( batteria ) e il sottoscritto ( voce e chitarra )

Preceduto da un apparizione presso gli studi di Radiorock.to dove, dopo una piccola intervista del mitico Franz Andreani, abbiamo ripercorso i brani del disco in formazione acustica. Il concerto più rappresentativo per me fu quello della XI edizione del Muso 2013, festival dedicato alla musica emergente, che si tiene ogni anno nel mio paese: Oriolo Romano.

Nello stesso anno partecipai ad uno stage per cantautori presso il C.E.T ( Centro Europeo di Toscolano ) di Mogol, dove ho avuto il piacere di confrontarmi direttamente con altri artisti e di apprendere molte nozioni importanti per il mio percorso, tutt’altro che semplice.

Nel 2015, lasciai momentaneamente da parte i brani originali e fondai insieme a Domenico Di Gennaro un duo acustico, ripercorrendo il mio vecchio repertorio e aggiungendo nuovi brani. L’idea parti’ quasi per gioco ma si trasformò da subito in una lunga serie di concerti che ci portò in un anno circa venti date nella provincia di Roma e Viterbo.

Attualmente il progetto sta proseguendo con Federica Paoles ( tastiera e chitarra ) che ha sostituito momentaneamente Domenico.

All’orizzonte un nuovo disco, sarà allegro o triste, serio oppure ironico, questo lo saprete tra poco. Per ora posso dirvi soltanto che… Ci siamo quasi…

Un abbraccio

Riccardo

Comments

comments

Musica

Video

Prenotazioni

Etichetta Cantautore indipendente

Telefono 3280590581

Email rds85@hotmail.it